Header Image
Home / Alitosi

Alitosi

Alitosi, un problema che può essere superato, ecco come.

curare alitosi lecce
curare alitosi lecce

Soffrire di alitosi è particolarmente fastidioso. Ecco quali sono le cause del problema e il modo migliore per superarlo.

L’alitosi è un disturbo caratterizzato da un odore sgradevole dell’aria emessa dal cavo orale. Non sempre le persone si accorgono di soffrire di questo disturbo che può risultare particolarmente imbarazzante e fastidioso per ovvi motivi,.

Questi i sintomi principali dell’alitosi:

  • presenza di una patina bianca sulla lingua;
  • secchezza a bocca e denti;
  • alito cattivo al mattino;
  • sensazione di bruciore alla lingua;
  • saliva appiccicosa;
  • sgradevole sensazione di doversi schiarire in gola;
  • gusto metallico;
  • gusto amaro.

Spesso i pazienti ci chiedono il perché di questo disturbo e, soprattutto,come fare per risolverlo. Vediamo insieme come fare.

Alitosi transitoria

L’alitosi transitoria è legata principalmente ad abitudini alimentari scorrette, ma anche al fumo (che causa anche altri gravi problemi al cavo orale, com’è noto). È più frequente al mattino dopo il risveglio. Tra le abitudini errate vi è anche quella di effettuare una scorretta igiene orale. In questo caso infatti i residui alimentari che si depositano tra i denti possono provocare un cattivo odore, oltre a favorire la crescita di micro-organismi che producono i composti sulfurei volatili responsabili dell’alitosi.

Alitosi persistente

L’alitosi persistente invece si verifica di norma per problemi legati ai denti, come le carie, oppure alle gengive, come la parodontite. Nel caso della malattia parodontale, i batteri attaccano il tessuto che circonda e sostiene i denti. Oltre all’alitosi, un disturbo di questo tipo porta all’infiammazione delle gengive e, nei casi più gravi, anche alla perdita dei denti.  Solo in alcuni casi può essere dovuta a fattori extraorali, ma si tratta di percentuali poco significative.

Come risolvere il problema

Nel caso si soffra di alitosi transitoria il problema può essere risolto modificando le proprie abitudini alimentari e con una corretta e regolare igiene orale. L’uso corretto di spazzolino, colluttorio e filo interdentale, unito ad una dieta corretta, può essere un valido rimedio.

Nel caso di alitosi persistente invece è bene capire se le cause sono legate a disturbi orali. In questo caso il vostro dentista sarà in grado di sviluppare il piano di trattamento adeguato per eliminare il problema.

In un numero ristretto di casi questo disturbo può essere dovuto a problemi medici come l’infezione ai tratti respiratori o a disturbi gastrointestinali. Per questo motivo è importante una visita odontoiatrica che escluda eventuali problemi orali: una volta accertata l’origine del problema infatti sarà più semplice risolverlo in maniera definitiva.

Una corretta alimentazione e sane abitudini

Quali sono i cibi da evitare per eliminare questi disturbi? Oltre a cibi come aglio, cipolla e cavolfiore, si sconsiglia anche il consumo di cibi altamente proteici contenenti aminoacidi solforati (carni e formaggi). Meglio evitare anche le bevande alcoliche che, a causa delle sostanze che entrano nel sangue e che attraverso i polmoni vengono trasferite nell’alito, possono essere concausa di alitosi.

Evitate anche di far passare troppo tempo tra un pasto e l’altro perché la ridotta produzione di saliva non permette alla bocca di auto-detergersi in maniera naturale. Inoltre in questo modo l’organismo utilizza le proprie riserve di grassi e proteine con conseguente produzione di sostanze che possono causare un alito cattivo.

Prevenzione e trattamento dell’alitosi

Per evitare di incappare nel problema è assolutamente indispensabile mantenere una corretta igiene orale. Spazzolate i denti dopo ogni pasto in modo da rimuovere residui di cibo e placca. Non dimenticate di utilizzare il filo interdentale almeno una volta al giorno in modo da rimuovere i residui che non è possibile togliere con lo spazzolino.

Spazzolate anche la lingua, meglio se con uno spazzolino morbido bagnato di collutorio o con un apposito puliscilingua. Nel caso in cui portiate protesi mobili pulitele con attenzione dopo ogni paso.

Importante fare controlli dentistici regolari in modo da diagnosticare e curare durante la fase iniziale eventuali malattie paradontali o carie che potrebbero essere all’origine del problema.

Evitate le caramelle con lo zucchero e cercate di bere molta acqua in modo da stimolare la produzione di saliva. Meglio evitare gli alcolici e il fumo. Consigliati anche collutori anti-alitosi prima di coricarsi alla sera e al mattino quando vi svegliate, facendo dei gargarismi per eliminare i batteri anche dalla parte posteriore della lingua.

Top